Olio di fegato di pescecane

Lo squalo è una specie di capolavoro della natura.
Contemporaneo dei dinosauri è giunto sino a noi quasi senza modificazioni essendo già provvisto delle qualità appropriate per adattarsi all'evoluzione dell'ambiente circostante e per resistere a ogni forma di degenerazione.
Il suo olio è ricco in squalene, EPA, DHA, vitamine A, D, K.
Ha molteplici effetti dimostrati sulla pelle (di cui migliora la qualità e il tono), sulla vista (migliora la visione crepuscolare e notturna), sulla funzionalità respiratoria, sulle difese immunitarie, sulle ossa, denti, capelli.
Il fegato di squalo rappresenta il 25 % del suo peso corporeo. Dato che quasi il 100 % del grasso di questo pesce viene conservato proprio nel fegato, più di metà del peso di quest'organo è costituito da olio.
Fino alla seconda guerra mondiale l'olio di fegato di squalo rappresentava la principale fonte di vitamina A in tutto il mondo: esso ne contiene infatti dieci volte di più rispetto all'olio di fegato di merluzzo. Negli anni Cinquanta la vitamina A venne poi sintetizzata in laboratorio.
Nel fegato di squalo è contenuta una sostanza capace di favorire la riparazione dei tessuti umani lesionati; questa sostanza ha anche un significativo ruolo nella produzione di globuli bianchi.
La ricchezza in vitamina A e D e l’elevato contenuto in EPA e DHA dell’olio di fegato di squalo giustificano il suo utilizzo in molteplici patologie. 
L'utilizzo clinico della vitamina A è stato verificato in diverse patologie:
-Ulcere gastroduodenali.
-Acne.
-Asma.
-Sintomi premestruali.
-Tumori.
-Riduzione della posssibilità di trasmissione del virus HIV dalla madre sieropositiva al feto durante la gravidanza. Uno studio condotto al Malawi Medical College, in Africa, in collaborazione con ricercatori statunitensi, ha infatti dimostrato che se la madre ha buoni livelli della vitamina A, difficilmente trasmette l’infezione al figlio. Viceversa, tanto più grave è la carenza materna tanto più facilmente il neonato sarà infetto.
-Cali di vista nei bambini in età di sviluppo
La vitamina D è stata utilizzata con successo nelle seguenti patologie:
-Miopia.
-Congiuntivite.
-Raffreddore.
-Malattie delle ossa e dei denti.
-Tumori.
-Psoriasi.
E' da tenere presente che in queste patologie i migliori risultati si hanno quando queste due vitamine sono utilizzate insieme. Questo fatto, insieme al vantaggio di poter utilizzare vitamine naturali e perciò biologicamente più attive, giustifica il valore terapeutico degli olii di fegato di squalo e di merluzzo.
Gli olii di fegato di squalo e merluzzo vengono utilizzati con successo in tutte le malattie esantematiche dei bambini in cui riducono le puntate febbrili e i fastidi cutanei legati all'eruzione.
Sono efficaci per ridurre l'infiammazione dovuta ad interventi ai denti e alle gengive (ascessi dentari, fistole gengivali, estrazioni dentarie, pulizia di sacche gengivali).
Sempre nei bambini si sono rivelati preziosi per prevenire le malattie invernali, per cali di appetito e di vitalità dovuti alla scuola, per curare le adenoidi e, in generale, le ipertrofie ghiandolari.
Sono una valida terapia per gli stati di astenia dovuti a malattie debilitanti, stati di convalescenza troppo prolungati o momenti di debolezza in gravidanza , durante l'allattamento e in previsione del parto.
Importante indicazione è, ancora, l'osteoporosi degli anziani, la formazione veloce ed efficace del callo osseo in caso di fratture e la demineralizzazione ossea in caso di terapia prolungata con cortisone.
L’olio di fegato di squalo contiene, nella maggior concentrazione presente in natura, gli Alchilgliceroli. Queste sono sostanze fortificanti e rivitalizzanti, sopratutto nelle malattie infettive e influenzali, in tutti i casi di fatica fisica, sportiva o sessuale, nell’anemia, il dimagramento o l’ipotensione. Possiedono un’attività antibiotica e antifungina naturale, stimolano e modulano il sistema immunitario, riducono gli effetti collaterali della radioterapia, aumentano l’escrezione dei metalli pesanti e soprattutto del mercurio. Hanno ottimi effetti nelle allergie, nelle dermatosi e nell’asma. Favoriscono la crescita del Lactobacillus acidophilus nell’intestino promuovendo perciò i benefici effetti di quest’ultimo.
L’assunzione degli Alchilgliceroli è del tutto innocua poiché l’organismo stesso produce queste sostanze.
Tuttavia, in condizioni patologiche quali infezioni, allergie, stress di vario tipo, il fabbisogno di Alchilgliceroli è maggiore della capacità dell’organismo stesso di produrli. Da qui l’importanza di un supplemento alimentare in tali situazioni di bisogno. Sono stati usati specialmente in pazienti trattati con radioterapia e chemioterapia per patologie tumorali: in queste situazioni non solo sono protettivi, ma esercitano anche un effetto terapeutico aggiuntivo. Rispondono agli alchilgliceroli le malattie che hanno una componente iperproliferativa e la maggior parte delle condizioni infiammatorie. Possono essere trattate in maniera particolarmente efficace con queste sostanze le malattie immunitarie. I meccanismi di azione nell’attività antitumorale sono diversi e includono l’attivazione dei macrofagi, la citotossicità immunitaria, l’attivazione delle cellule natural Killer, la modulazione enzimatica, attività antinfettive.
Prodotti che contengono Olio di fegato di pescecane
ALATO N° 51
Vengono utilizzati con successo in tutte le malattie esantematiche dei bambini in cui riducono le puntate febbrili e i fastidi cutanei legati all'eruzione. Sono efficaci per ridurre l'infiammazione dovuta ad interventi ai denti e alle gengive (ascess...